giacca in pelle

Un antropologo alla reception

Lavoro da due settimane all’hotel Tiepolo: qui entrano diverse tipologie di persone dagli uomini d’affari in trasferta, ad operai che lavorano fuori città, a coppie che condividono una notte di passione.
Ho 34 anni e ad oggi non ho un sogno, ho 34 anni e ad oggi non c’è nulla che mi emozioni particolarmente, ho 34 anni e se penso a quando ne avevo 24 mi rendo conto che ora non ho un obiettivo.
Durante gli anni di università quando sentivo qualcuno che aveva una passione o un interesse mi facevo così travolgere ed entusiasmare da voler perseguire anche io su quella strada.
Ogni venti giorni trovavo qualcosa di nuovo da voler fare ma non appena iniziavo cambiavo ambizione… come se quello che facevo non mi sembrasse più così interessante.
Sono un antropologo ma da anni lavoro negli hotel. Ho viaggiato tanto e spesso è stato il lavoro a portarmi lontano
Vorrei riuscire a raccontare qualcosa di me ma non sono capace. Riesco solo a raccontare storie di persone che hanno incrociato il mio cammino
La mia storia non riesco a narrarla… forse non mi sembra così divertente e particolare.
Ecco io cerco questo: il divertimento… e nella mia storia e nel mio presente non c’è.